Categoria: Eventi

L’associazione e lieta di invitare tutti i soci e gli amici alla cena sociale che si terrà l’11 Gennaio 2020, per chi e interessato presso il ristorante è possibile parcheggiare e pernottare con i camper. Vi aspettiamo numerosi.

Programma della serata e menù della cena.

Per necessità organizzative si chiede di effettuare la prenotazione entro e non oltre il 02 Gennaio 2020 utilizzando il seguente modulo

8 + 8 =

L’associazione per il 7-8 Dicembre, ha organizzato un raduno per visitare i mercatini di natale all’interno del castello di Limatola (Benevento).

Chiunque voglia partecipare per poter entrare al castello deve essere in possesso del biglietto di ingresso acquistabile al seguente sito: https://www.i-ticket.it/eventi/cadeaux-al-castello-limatola-7-dicembre-2019 , di seguito il programma di dettaglio.

In occasione dell’Eurochocolate 2019, l’associazione ha aderito al programma nazionale del cioccolato che si svolge a Perugia nei giorni 17-18-19 Ottobre di seguito il programma

Utilizzare il seguente form per la prenotazione On-Line

6 + 2 =

L’associazione e lieta di invitare tutti gli amici al raduno organizzato per il 22-23 Giugno in Maremma presso l’agriturismo Santa Glorinda (Grosseto), tutti i dettagli del raduno nel programma

Per le iscrizioni, usare il seguente modulo

8 + 6 =

In allegato il programma del raduno organizzato dall’associazione, presso il camping lo Schippo loc. Morino, si ricorda che al raduno si accettano prenotazioni per max 35 equipaggi, al momento della prenotazione è necessario indicare se si partecipa alla cena e all’escursioni programmate. La prenotazione, è possibile effettuarla: tramite il modulo on-line presente sul sito; tramite invio e-mail a info@velletrincamper.it; telefonando ad uno dei responsabili del direttivo.

Modulo prenotazione on-line

1 + 0 =

L’associazione sta organizzando per l’11 e 12 Maggio un raduno nell’incantevole e rilassante camping lo Schioppo, nell’occasione si potra gustare uno dei piatti tipici di Velletri i “carciofi alla matticella” , a breve verrà pubblicato il programma di dettaglio.

STORIA E LEGGENDA DEL “CARCIOFO ALLA MATTICELLA” Di “Carciofi alla matticella” nella Città di Velletri si parla da qualche centinaio di anni. Se ne trovano tracce in alcuni scritti dei Gesuiti che governarono la città al tempo dello Stato della Chiesa, come pure nei racconti dei nonni, tramandati di generazione in generazione. In tempi lontani, quando i lavori nel vigneto venivano eseguiti interamente con le braccia, il contadino escogitava soluzioni ingegnose per ridurre la fatica; una di queste consisteva nel piantare alla fine dei filari delle viti (le “capocciate”) delle piante di carciofi, che non amano terreni particolarmente lavorati e consentono di non zappare la “capocciata”. Durante la potatura delle viti, il vigneto si riempiva di potatori e di “opere” (braccianti): i potatori tagliavano i sermenti (tralci di vite) e le “opere” li raccoglievano legandoli in fascetti (matticelle) che sarebbero serviti per la cottura del pane, per il fuoco della cucina e del forno; quelli di troppo venivano bruciati in grossi falò, la cui cenere, sparsa tra le viti, sarebbe stata un ottimo fertilizzante. Secondo una LEGGENDA POPOLARE, Assuntina, la bella figlia di un fattore, non si accorse, mentre sorrideva contenta tra le braccia dell’amato Gliopordo, che il canestro con i carciofi, che doveva cucinare per la colazione degli operai, lasciato nei pressi di un “capanniolo” (antico sistema per reggere le viti) aveva preso fuoco, lasciando cadere nella brace i carciofi che, ormai, mostravano le foglie irrimediabilmente bruciacchiate. Per non incorrere nelle ire paterne, pensò di rimediare al disastro infilando nel cuore del carciofo, un po’ di aglio fresco che prese “dal petto del filone” (al centro dei filari di vite, da sempre coltivati con spezie ed ortaggi diversi), staccò qualche rametto di mentuccia selvatica dal “temmerone” (terrapieno/rialzo di terreno), aggiunse una buona dose di olio di oliva, franto qualche settimana prima, e li risistemò nella brace del falò. Quando arrivarono il padre e gli operai per mangiare, li accolse con entusiasmo dicendo che quel giorno aveva preparato la colazione come un atto d’amore in omaggio alla “vite” ed ai “carciofi” che, da sempre, crescevano in simbiosi nel vigneto. Il padre della giovane, che sembrava burbero, ma in fondo aveva un cuore d’oro, accettò quell’atto d’amore ed ammise che era giusto: così come le persone festeggiavano un amore, anche la vigna che provvedeva al loro nutrimento, doveva essere festeggiata degnamente. Corse nel tinello e spillò dalla botte migliore, una “cannata” (brocca tipica) di vino fresco e beverino che quando passava nella gola era un piacere e, dato che i piaceri vanno goduti, bicchiere dopo bicchiere, quel giorno finì tra risate, brindisi e fu festa per tutti… Il fattore stabilì e giurò che da quel giorno, il più bel filone d’uva sarebbe stato destinato a produrre vino per quell’occasione e che ogni anno la “primavera” avrebbe visto celebrato il matrimonio dei “carciofi” con la “matticella”. Leggenda? Forse! Di fatto la “carciofolata” resta la scampagnata più bella, dove per magia sbocciano nuovi amori e i vignaioli se la ridono di chi afferma che con i carciofi il vino proprio non và d’accordo. “Chi nù ce crede che ‘o venga a provà”: per tradizione, ogni carciofo s’accompagna ad un bicchiere di vino.

L’associazione invita tutti gli amici a partecipare al 3° raduno della citta di Velletri in concomitanza con la 25° festa delle Camelie, durante i due giorni della manifestazione, Velletri diventerà un giardino, dove si potranno ammirare ed acquistare bellissime piante di camelie, inoltre ci saranno diversi spettacoli , l’associazione per gli amici camperisti che vorranno partecipare ha preparato un programma dettagliato e ricco di eventi, che potete trovare nel seguente documento–>

Utilizzare il seguente modulo per le prenotazioni on-line

3° Raduno Velletri
2 + 3 =

L’associazione in collaborazione con il comune di Velletri, sta organizzando un raduno in concomitanza con la “Festa della Camelie” , a breve verrà pubblicato il programma della manifestazione.